Elenco News

News & Promozioni
  • uploads/12-2013/22.jpg

L'analisi Gascromatrografica la fai nel modo giusto?

Sei sicuro di operare sempre nelle migliori condizioni durante la tua analisi Gascromatografica?

Alcuni semplici accorgimenti possono migliorare decisamente i tuoi risultati!

SCOPRI I NOSTRI CONSIGLI:

  1. Quando installi una nuova colonna, accertati di non oltrepassare mai il jet del FID. Questo provoca distruzione della fase stazionaria e del rivestimento di poliammide della colonna e provoca un innalzamento del disturbo del segnale.
  2. Fai sempre flussare del carrier esente da ossigeno nella colonna, almeno per 30 minuti, prima di riscaldare la colonna stessa.
  3. Quando rimuovi la colonna dal cromatografo, ricordati di chiudere sempre le estremità con un setto. Quando la reinstalli, taglia sempre almeno 3 centimetri dei due terminali.
  4. Se hai problemi con il “solvent focusing” o i primi picchi del cromatogramma, sembrano allargati, durante l’iniezione splitless, prova ad usare una colonna con film più spesso.
  5. Imposta la temperatura del FID, 20°C sopra la massima temperatura del metodo (senza mai superare la temperatura massima di utilizzo della colonna).
  6. Quando la forma dei picchi si deteriora, sostituisci immediatamente il liner e taglia almeno 30 centimetri della colonna dal lato iniettore.
  7. Quando sostituisci il liner o la colonna o il setto, abbassa la temperatura dell’iniettore al di sotto dei 100°C per prevenire lo strippaggio della deattivazione del liner. Questo risulta particolarmente importante nell’analisi di tracce.
  8. Dopo i primi 2-3 cicli analitici, ricordati di controllare la tenuta delle ferrule in grafite/vespel, ruotando in senso orario le relative ghiere di ¼”.
  9. Per prevenire incrementi dei tempi di ritenzione dei tuoi picchi, sostituisci giornalmente il setto.
  10. Condizionare la colonna a 20°C sopra la temperatura del tuo metodo o se necessario, alla massima temperatura sostenuta dalla colonna stessa.
  11. Se la temperatura dell’iniettore non è specificata nel metodo, 250°C è di solito la temperatura consigliata.
  12. Usa sempre ferrule SilTite o ferrule in grafite/vespel per le connessioni alla Transfer line in GC-MS.
  13. Per la miglior sensibilità al FID, imposta il flusso dell’aria 10 volte superiore al flusso dell’idrogeno.
  14. Non utilizzare mai raccorderia in plastica sul tuo GC. Tali tubi possono assorbire fino al 20% di umidità e risultare permeabili a gas e solventi presenti nel laboratorio. Raccomandiamo sempre tubi in acciaio.
  15. Qualora usiate colonne impaccate, per aumentarne la vita media, ricordatevi di abbassare la temperatura della camera prima di chiudere il gas di trasporto.

E ora……buon lavoro!

>> Consulta il catalogo online 

Torna Indietro